23.8 C
Napoli
martedì, 28 Maggio, 2024
HomeNEWS TESORI D'ITALIATesori d’Italia, High Quality Italy e Italy China Link. Un patto per...

Tesori d’Italia, High Quality Italy e Italy China Link. Un patto per la Cina

A tre anni esatti dall’acquisizione di Tesori d’Italia da parte del WJNetwork e del programma di ristrutturazione che ha portato oggi il Magazine ad evolversi in un sistema integrato di comunicazione e promozione culturale e commerciale del Made in Italy, Riccardo D’Urso sigla con Italy China Link Association (ICLA) il patto che determinerà lo sbarco strutturato di Tesori d’Italia sul mercato cinese. Un’operazione a cui si lavora da tempo, in particolare con Giuliana D’Antuono e Maria Moreni, e che prevede un grande lavoro di rete, a livello istituzionale e imprenditoriale. L’azione coinvolgerà l’intera business community del WJNetwork, di High Quality Italy e High Quality China e porterà il Brand Tesori d’Italia ad affermarsi nell’arco del 2020/2021 non solo in Giappone, ma anche in Cina e negli USA.

L’ICLA presieduta da Maria Moreni e Carlo Capria, è un’associazione composta equamente al 50% da eccellenze italiane e cinesi; vanta un network interdisciplinare capace di proporre e realizzare progetti concreti, win-win, in Italia e in Cina; opera nei settori della cooperazione tra Governo cinese e Governo italiano, dell’economia, della cultura e della conoscenza, nonché del turismo, del lifestyle, della cucina, della filiera agroalimentare e della salute. L’ICLA è socia co-fondatrice della prestigiosa Belt and Road Local Cooperation (BRLC), istituita dal Governo Cinese e sita presso la sede del Governo Municipale della città di Hangzhou (Cina): iniziativa di interesse globale la cui missione è la cooperazione tra Governi locali cinesi e governi locali dei paesi lungo la Belt & Road per la realizzazione di iniziative di scambio, di cooperazione culturale, tecnologica e scientifica di grande impatto sul presente e futuro del mondo.

“Una notizia importante per tutte le imprese – dichiara Riccardo D’Urso – soprattutto per chi fa già parte del nostro Network, perché segna l’inizio di un percorso mirato di Tesori d’Italia verso il pubblico cinese. Tesori d’Italia può presentarsi finalmente come un Brand completo, competitivo, che rispecchia in maniera autentica le piccole e grandi eccellenze del nostro territorio. L’esperienza e la competenza di Maria Moreni, il lavoro egregio da lei svolto in tutti questi anni all’interno della comunità cinese sono per noi un grande valore aggiunto. Il supporto costante di Giuliana D’Antuono e del team di High Quality Italy, una garanzia di professionalità”.

Una partnership all’insegna della promozione culturale del patrimonio storico, artistico e turistico italiano e cinese e delle attività in favore dell’internazionalizzazione delle imprese, incentrate sulla qualità dei servizi, dei prodotti, delle persone. Un patto per la Cina che favorirà lo sviluppo di rapporti culturali ed economici bilaterali costanti, che stimolerà l’artigianato italiano e consentirà al popolo cinese di apprezzare sempre più l’esperienza diretta del Made in Italy. Un passo fondamentale che getta le basi per la futura nascita di Tesori of China.

di Claudia Mele

ARTICOLI CORRELATI

PIÙ LETTI