17.7 C
Napoli
giovedì, 23 Maggio, 2024
HomeTURISMO E CULTURALa voce dell’editoria indipendente – Parte quarta

La voce dell’editoria indipendente – Parte quarta

Un viaggio alla scoperta degli editori indipendenti italiani

Prosegue il viaggio di Tesori d’Italia alla scoperta delle realtà editoriali indipendenti presenti sul territorio italiano, realtà che abbiamo avuto il piacere di incontrare ad Una marina di libri a Palermo.
Nel precedente articolo di questa rubrica vi avevamo fatto conoscere tre realtà siciliane. In questo nuovo articolo vi racconteremo la storia di altre tre realtà editoriali, presenti nelle altre regioni, percorrendo da Nord a Sud la penisola italiana.

Partiamo da Pordenone, dove si trova la sede di Safarà Editore, una casa editrice indipendente dedita alla pubblicazione di opere di narrativa e saggistica che spaziano negli ambiti letterari e disciplinari più diversi, con la volontà di mostrare le interconnessioni esistenti tra tutti i rami e le molte vite dell’arte della scrittura.
Ci racconta Guido Giuseppe Pascotto, fondatore della casa editrice: «Noi ci occupiamo prevalentemente di narrativa internazionale. Portiamo storie, direi. Non abbiamo né logiche di genere, né geografiche, né di asse temporale preciso. Noi cerchiamo delle “coordinate safariane” che conosciamo bene, e che i nostri lettori conoscono, e quindi spaziamo molto. Abbiamo diversi libri interessanti che hanno avuto molto successo sia di critica che in scaffale».
In questi ultimi anni la redazione si è arricchita di inediti progetti editoriali e preziosi collaboratori, portando venti di rinnovamento in ogni aspetto della sua realtà poliedrica, che si sono manifestati nella volontà di pubblicare opere trasversali, oblique, fuoriuscendo dagli schemi conosciuti e ponendosi di fronte a prospettive insolite.

Dal profondo Nord ci spostiamo in Toscana, a Firenze precisamente, dove ha sede la Black Coffee, una casa editrice indipendente dedicata alla letteratura nordamericana contemporanea. Il suo obiettivo è fornire un ritratto sincero del panorama letterario nordamericano meno conosciuto. «Abbiamo lavorato per molto tempo come traduttori in altre case editrici ─ ci racconta uno dei responsabili ─ ma nel 2017 abbiamo aperto la nostra casa editrice, che si occupa esclusivamente di letteratura nordamericana. Ci concentriamo soprattutto su autori esordienti o recupero di opere inedite del passato, tralasciate dall’editoria italiana. Pubblichiamo solo cinque titoli l’anno per dare il giusto tempo di assimilazione dell’intero catalogo ai nostri lettori e poter fare un vero e proprio percorso degli Stati Uniti, selezionando autori sempre più ricercati e meno conosciuti. Oggi pubblichiamo anche una rivista americana, intitolata “Freeman’s” che rappresenta una mini-antologia tematica che raccoglie il meglio della letteratura mondiale, secondo il parere dell’autore statunitense John Freeman».
Il loro programma editoriale, integrato da una selezione di articoli tratti da riviste letterarie americane e proposti in esclusiva sul sito web, è inteso come un percorso da cui far scaturire una visione corale su tematiche di varia natura, senza suddivisione di generi.

Da Firenze scendiamo giù fino a Napoli per raccontarvi la storia della Marotta&Cafiero editori, una storica casa editrice nata nel 1959 a Posillipo grazie ad Alberto Marotta. Nel 2010, dopo 50 anni sotto la guida della famiglia Marotta, l’impresa viene rilevata dall’associazione Vo.di.Sca. (Voci di Scampia) che trasporta la storica sede di Posillipo nel quartiere di periferia di Scampia, trasformandola in una casa editrice indipendente che si occupa di narrativa sociale, con particolare riferimento alla città di Napoli. Oggi la casa editrice è completamente gestita da giovani del territorio under 30. «La casa editrice fu regalata da Marotta e Cafiero ─ ci racconta uno dei coordinatori ─ ai giovani autori del libro “Al di là della neve”, pubblicato nel 2010 in onore del loro cugino, Antonio Landieri, vittima innocente della mafia. Si è creato quindi un bellissimo ponte fisico e generazionale che lega la titolarità della casa editrice: da Posillipo a Scampia, dalla Napoli delle cartoline a quella della periferia. Oggi pubblichiamo libri di impegno civile e sociale, stampati su carta riciclata 100%, con inchiostri non inquinanti e pizzo free, avendo aderito ad Addiopizzo. Abbiamo tre vaste aree semantiche. La prima dedicata all’infanzia e ai ragazzi, il cui oggetto è l’ambiente, il razzismo e la diversità. Un secondo catalogo per adulti dedicato alla narrativa civile, in collaborazione con Legambiente e Libera. In ultimo un’area creativa, che permette ai ragazzi di Scampia di liberare la fantasia».
Molti dei volumi stampati dalla casa editrice sono stati prodotti attraverso un sistema di crowdfunding, con la partecipazione di co-produttori provenienti da tutta l’Italia, dalla Spagna, dalla Francia e dalla Germania.

Il nostro viaggio alla scoperta delle case editrici indipendenti lungo la penisola italiana, per adesso, si ferma qui ma vi invitiamo a continuare a seguire i nostri articoli perché tante ed interessanti sono ancora le storie che abbiamo da raccontarvi.
– di Giuseppe Mazzola

Interviste: Giuseppe Mazzola e Chiara Andolina
Foto: Giuseppe Mazzola

Siti web:
http://unamarinadilibri.it/
http://www.safaraeditore.com/
http://www.edizioniblackcoffee.it/
https://marottaecafiero.it/

Pagine Facebook:
https://www.facebook.com/unamarinadilibri/
https://www.facebook.com/editoresafara/
https://www.facebook.com/edizioniblackcoffee/
https://www.facebook.com/marottaecafiero/

ARTICOLI CORRELATI

PIÙ LETTI