20 C
Napoli
domenica, 19 Maggio, 2024
HomeTURISMO E CULTURALa voce dell’editoria indipendente – Parte sesta

La voce dell’editoria indipendente – Parte sesta

Un viaggio alla scoperta degli editori indipendenti italiani

Riprendiamo il nostro viaggio alla scoperta delle case editrici indipendenti italiane, che abbiamo avuto modo di conoscere durante l’ultima edizione di Una marina di libri a Palermo. Dopo avervi raccontato nel precedente articolo la storia di tre case editrici palermitane, in questa tappa del nostro viaggio ci fermeremo invece a Roma, alla scoperta di alcune realtà editoriali che proprio nella città capitolina hanno la loro sede.

La casa editrice Minimum Fax nasce come casa editrice indipendente nel 1994, dopo una breve esperienza come rivista letteraria. Da allora ha sempre cercato di seguire i linguaggi in trasformazione, osservandoli da una prospettiva laterale. Ci racconta Maria Claudia, che collabora con la casa editrice: «Noi ci occupiamo prevalentemente di letteratura americana, in traduzione, e di letteratura italiana, in particolare di narrativa di esordienti. Poi abbiamo una collana di saggistica, una di musica e una di cinema». Oltre alle collane citate, la casa editrice pubblica titoli che trattano di attualità politica e di multiculturalismo. Per promuovere i libri e incontrare i lettori organizzano anche reading, concerti, spettacoli teatrali e dei laboratori permanenti di formazione culturale e professionale, con l’obiettivo di raccontare i processi legati alla vita di una casa editrice.

Ensemble nasce nel 2011 dall’idea e dal lavoro degli editori Davide Morbidelli e Matteo Chiavarrone e punta a promuovere giovani esordienti e autori di valore internazionale, che con la propria opera possano lasciare un messaggio universale ai propri lettori. «Da sei anni abbiamo sede a Roma – ci racconta uno dei responsabili – e ci occupiamo di diversi generi letterari: poesia, saggistica, letteratura italiana e straniera, soprattutto dei paesi Balcani. Cerchiamo di riscoprire anche dei classici perduti, come abbiamo fatto con “Mal Giocondo” di Pirandello e con alcuni scritti di Joseph Conrad». Tra le collane presenti nel loro catalogo spiccano Erranze, diretta da Gëzim Hajdari, e Transculturazione, diretta da Armando Gnisci, entrambe volte a rappresentare una precisa idea interculturale di mondo.

La Nuova Frontiera nasce nel 2002 con l’obiettivo principale di pubblicare libri di autori latino-americani e iberici, in lingua portoghese e spagnola. Ci racconta Claudia: «Ultimamente la casa editrice ha incluso tra le sue pubblicazioni anche libri di autori del Nord America e tedeschi. La sezione Nuova Frontiera Junior invece include la collana dei miti, capolavori della mitologia ritrascritti da grandi autori italiani e illustrati, per permettere ai giovani lettori di entrare nel mondo della letteratura più facilmente. Tra gli altri romanzi per i giovani, ricordiamo i libri di Sjoerd Kuyper, autore di “Hotel Grande A.”, candidato al Premio Strega per il 2018». Il catalogo è inoltre articolato in tre differenti collane: Liberamente, che esplora le nuove voci della narrativa contemporanea, Il Basilisco, che riunisce i classici italiani contemporanei, Cronache di Frontiera, per il giornalismo, i reportage e la saggistica d’attualità.

Exòrma nasce come prosecuzione di un progetto editoriale nato nel 1985 per opera degli editori Orfeo Pagnani e Maura Sassara, realizzatosi come casa editrice nel 2010. Ci racconta uno dei collaboratori: «Exòrma propone principalmente due collane, la più famosa delle quali è quella dedicata al viaggio, il cui nome è Scritti Traversi, proprio perché ospita contenuti trasversali. Sono libri di letteratura sui luoghi: dall’antropologia, al cinema, alla fotografia alla letteratura. L’altra collana è di narrativa, dal nome ambiguo e provocatorio Quisiscrivemale: mentre tutto sembra voler disertare la complessità e tutto deve essere facile e omologato, “scritto bene”, dalle parti di Exòrma si “scrive male”». Exòrma è anche l’editore del Festival della Letteratura di Viaggio, un incontro dedicato al racconto del mondo, di luoghi e culture diverse, che da più di dieci anni si tiene a settembre a Roma.

Si conclude qui la tappa romana nel mondo dell’editoria italiana. Vi invitiamo a continuare a seguire il nostro viaggio di scoperta, che ci accompagnerà nei prossimi mesi fino alla nuova edizione di Una Marina di Libri.

– di Giuseppe Mazzola
Interviste a cura di Giuseppe Mazzola e Chiara Andolina

Pagine Facebook:
https://www.facebook.com/edizioniminimumfax/
https://www.facebook.com/edizioniensemble/
https://www.facebook.com/Nuovafrontiera/
https://www.facebook.com/Exorma/

ARTICOLI CORRELATI

PIÙ LETTI