18.7 C
Napoli
giovedì, 23 Maggio, 2024
HomeNEWS TESORI D'ITALIATesori d’Italia partner dell’ottava edizione del Taobuk - Taormina International Book Festival...

Tesori d’Italia partner dell’ottava edizione del Taobuk – Taormina International Book Festival 2018

Tesori d’Italia ha l’onore di annunciare una media partnership d’eccellenza: quella con il TaobukTaormina Book Festival, giunto all’ottava edizione. Il Festival Internazionale del Libro – ideato e diretto da Antonella Ferrara – è la manifestazione che pone la letteratura in dialogo con le altre espressioni della cultura, dal cinema alla musica, dal teatro alle arti visive, dal grande giornalismo all’enogastronomia e si svolgerà a Taormina dal 23 al 27 giugno 2018.
Taormina, sin dai tempi dei greci, è stata sede di bellezza e cultura che le varie dominazioni hanno preservato e mantenuto. Dal Grand Tour al Taobuk, Taormina parla di cultura.

L’edizione di quest’anno è dedicata al tema “Rivoluzioni”. Il cammino della civiltà è scandito da rivoluzioni scientifico-tecnologiche, economiche, politiche che hanno dato forma agli assetti sociali ancora oggi alla base dell’universo occidentale, senza mai prescindere da quella che Voltaire nel Settecento definiva ‘la grande rivoluzione dello spirito umano’. Il 2018 è un momento straordinariamente significativo per parlare di questo tema, ricorrono infatti gli anniversari della scomparsa del Mahatma Gandhi, di Bob Kennedy e Martin Luther King ed è il centenario dalla nascita di Nelson Mandela. Uomini la cui visione ha ispirato un radicale progetto di rinnovamento, sociale e politico, e la cui eredità è ancora viva.
L’ottava edizione del Festival indagherà il desiderio e le proiezioni che dentro ciascuno di noi generano le rivoluzioni, quelle piccole e individuali che fanno parte del quotidiano e quelle epocali e collettive che hanno segnato la storia dell’umanità.
Anche quest’anno ci saranno scrittori, giornalisti, filosofi, artisti, esponenti della società civile e politica, sia italiani sia internazionali, che parteciperanno a incontri, tavole rotonde, momenti musicali e di spettacolo, reading, mostre di arte e fotografia, botteghe del gusto, itinerari turistici, proiezioni di film, corsi di scrittura.

Nel 2015 il Taobuk è stato premiato con una medaglia, simbolo di un riconoscimento straordinario da parte del Presidente della Repubblica. Il festival è inoltre patrocinato dal MiBACT, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. È sostenuto e promosso da Regione Siciliana, Agenzia Nazionale per i Giovani, Comune di Taormina, Parco Archeologico di Naxos, Associazione Albergatori di Taormina; e con il contributo di Università degli Studi di Messina, Teatro Massimo Bellini di Catania, Sac Società Aeroporto Catania, Fondazione Bonino Pulejo, Consiglio Nazionale Forense, Ordine degli Avvocati di Messina.

La serata d’apertura si svolgerà il 23 giugno alle ore 21:00 presso il Teatro Antico di Taormina, in cui interverranno illustri ospiti, ed è finalizzato alla consegna dei Taobuk Awards, riconoscimenti d’eccellenza nel campo della letteratura e delle arti.
I Taobuk Awards for Literary Excellence saranno assegnati ad Amos Oz, scrittore e saggista israeliano già “Premio Principe de Asturias de las Letras” e “Premio Carical Grinzane”, e al “Premio Pulitzer” Elizabeth Strout, proprio per il particolare filo con cui entrambi hanno saputo intrecciare, nella scrittura, vita personale e rivoluzioni.
Taobuk Award alla carriera anche per il pianista e compositore Stefano Bollani. Un evento nell’evento sarà proprio il suo concerto, al quale è dedicata un’ampia sezione del format; il musicista milanese si esibirà con l’Orchestra del Bellini diretta da Paolo Silvestri in due pagine trascinanti, Rhapsody in Blue di Gershwin e Concerto Azzurro, una creazione dello stesso Bollani.
Il millenario teatro risuonerà dunque di musica grazie alla collaudata sinergia tra Taobuk e il Teatro Massimo Bellini di Catania, guidato dal sovrintendente Roberto Grossi, partner del festival per il galà d’apertura. Una vivida colonna sonora accompagnerà l’intera serata; oltre alla performance di Bollani è previsto l’intervento del soprano Donata D’Annunzio Lombardi, quest’ultima impegnata in due appassionati song di Bernstein, tratti dal musical West Side Story.
«L’edizione odierna – spiega Antonella Ferrara – dedica un ragionamento al tema delle Rivoluzioni e alla fenomenologia stessa del cambiamento, spinta propulsiva in seno alla storia degli uomini e delle civiltà, vero filo conduttore del festival. In questo percorso la letteratura è protagonista in connubio con le altri arti, per una proposta culturale autenticamente trasversale».
Non resta che farci travolgere dall’amore per la cultura in uno dei luoghi più affascinanti d’Italia, dove la bellezza si perde tra le nebbie del tempo.

– di Claudia Geremia

ARTICOLI CORRELATI

PIÙ LETTI