18.7 C
Napoli
giovedì, 23 Maggio, 2024
HomeL’EDITORIALEIl valore del viaggio, il significato dell'incontro

Il valore del viaggio, il significato dell’incontro

“Troviamo un camper e giriamo l’Italia”, ci siamo detti. “Scopriamone i colori, i profumi, i sapori. Incontriamo le persone. Raccontiamo cosa fanno, cosa pensano e cosa producono gli italiani. Specchiamoci in loro e conosciamo noi stessi. Lasciamo per un po’ la scrivania e viaggiamo!, tocchiamo questo Paese nel profondo e condividiamone le emozioni, i successi, i segreti inesplorati. Rendiamo Tesori d’Italia una raccolta veritiera di storie, di persone e di immagini. Interveniamo direttamente sul territorio. Presentiamoci all’Italia in prima persona, mostriamo intanto chi siamo. Vedranno noi e conosceranno Tesori d’Italia. Leggeranno di Tesori d’Italia e riconosceranno noi. Non importa quanti ci seguiranno. L’importante è lasciare una traccia positiva ad ogni nostro passaggio, costruire relazioni per il futuro e promuovere in maniera continuativa i tesori in cui ci imbattiamo. È Aprile, troviamo un bel camper e partiamo!”.
E lo abbiamo fatto. Senza nemmeno preoccuparci, nel caso in cui ci fossimo riusciti, di chi lo avrebbe guidato. Abbiamo scritto alla APC – Associazione Produttori Caravans e Camper e ci hanno risposto. Dopo qualche giorno eravamo in contatto con la Laika Caravans e a distanza di un mese io e Vito Lombardi eravamo pronti per il ritiro. Ricordo ancora la reazione di noi tutti, gli occhi lucidi e il cuore a mille, nel leggere la conferma giunta in redazione dalla più grande società costruttrice di camper e caravans italiana che, detta in due parole, suonava in pratica così: “Avete il camper! Siamo con voi! Buon viaggio!”.

Da allora 20.000 km percorsi in lungo e largo per la nostra meravigliosa Penisola. Quante persone straordinarie incontrate. Quanti luoghi incantevoli. Quanta fatica, ma anche quante bellissime esperienze che fanno di Tesori d’Italia uno spaccato indimenticabile delle nostre vite. Un sogno divenuto realtà, in un progetto divenuto struttura, da una ricerca che oggi è sviluppo, per un traguardo che si completa ogni giorno in un nuovo inizio.

Il Tesori d’Italia Tour siamo noi. Siamo tutti noi. Noi che vi veniamo incontro e voi che ci accogliete. Voi che ancora non ci conoscete e noi che aspettiamo solo di trovarvi. È l’Italia che si rinnova. È la Laika Caravans che ci ha creduto. È la strada che stiamo percorrendo in questi giorni, nel nostro primo tour in Abruzzo, e che in fondo ci unisce tutti pur non sapendo quando e come ci incontreremo. Certo è che dopo tanti km di Italia vissuta e filtrata siamo un po’ più cresciuti, più preparati, più coscienti dei nostri mezzi. Probabilmente anche più attenti. Ma è una consapevolezza positiva, che ci responsabilizza, portandoci a migliorare il più possibile, chilometro dopo chilometro, incontro dopo incontro, tesoro dopo tesoro, alla ricerca costante della qualità, della bellezza, del talento e della capacità di fare impresa.

Abbiamo desiderato un camper e l’Italia ce lo ha dato. Abbiamo sognato un viaggio e ne stiamo ancora percorrendo magicamente il cammino. Mentre attraversiamo l’Abruzzo, eccitati all’idea del prossimo appuntamento, vedo scorrere su Tesori d’Italia Tv il nostro Speciale su Edoardo Bennato; fuori, paesaggi pazzeschi, dentro, il nostro instancabile team al lavoro. Ecco il TDI Tour. Ecco Tesori d’Italia. Ecco il valore del viaggio, il significato dell’incontro. È così intenso questo presente, così colmo questo passato, che socchiudo gli occhi e mi rifugio nel futuro: è un attimo… basta che mi affacci al balcone della mia immaginazione per scorgere possibilità infinite e il volto di dieci, cento, mille altre persone.

di Riccardo D’Urso

ARTICOLI CORRELATI

PIÙ LETTI