17.7 C
Napoli
giovedì, 23 Maggio, 2024
HomeNEWS TESORI D'ITALIATesori d’Italia annuncia gli STUDIOS TDI a Napoli

Tesori d’Italia annuncia gli STUDIOS TDI a Napoli

APO Group Ltd., WJNetwork e D’Urso International Management srl insieme per Tesori d’Italia

Sottoscritto questo pomeriggio, presso palazzo Fiart, il contratto di locazione di quella che da gennaio 2019 sarà la sede madre di Tesori d’Italia, in cui confluiranno gli uffici operativi e i tanto attesi STUDIOS TDI. Un’operazione possibile grazie ad una joint venture strutturale e finanziaria tra l’APO Group Ltd. di Londra, il WJNetwork in Giappone e la D’Urso International Management italiana, che consolidano in questo modo il lungo lavoro di affiancamento alla fase di rilancio del progetto Tesori d’Italia.

La struttura, di quasi 400 metri quadri tra spazi interni ed esterni e roof garden panoramico, è all’interno del Polo Flegreo e sarà suddivisa in quattro aree progettuali: una prima, attrezzata per le riprese e le registrazioni audio-video, in cui  prenderà forma il web tg di Tesori d’Italia, si realizzeranno shooting video sia per i nostri canali web sia per le emittenti televisive e servizi fotografici per campagne pubblicitarie nazionali e internazionali; una seconda, dedicata alla gestione delle attività editoriali e territoriali legate al nostro Magazine in Italia e all’estero; una terza, per lo sviluppo del portale di e-commerce di Tesori d’Italia con Bacheca Italia e Bacheca Japan; una quarta “spazio impresa”, dedicata invece alle imprese e/o associazioni italiane e straniere che vorranno entrare a far parte attivamente del nostro network internazionale condividendo uno spazio operativo.

Due mesi per allestire il tutto e da fine gennaio si parte. Tokyo – Nagoya – Londra –  Milano – Roma – Napoli: Tesori d’Italia non sarà mai stata così internazionale.

Un grazie speciale ad APO Group Ltd. che ha dimostrato professionalità, coerenza e un serio attaccamento al nostro progetto. Di Tesori d’Italia sono, sì, direttore responsabile ma resto comunque e soprattutto un coordinatore territoriale come tutti i miei compagni di viaggio. Permettetemi allora un po’ di romantico campanilismo nell’affermare che se Napoli è sempre stata al centro del mondo, da oggi con Tesori d’Italia lo sarà un pizzico di più…

– di Riccardo D’Urso

ARTICOLI CORRELATI

PIÙ LETTI