18.7 C
Napoli
giovedì, 23 Maggio, 2024
HomeEVENTITDI segnala: Una Marina di Libri, al via l’undicesima edizione

TDI segnala: Una Marina di Libri, al via l’undicesima edizione

È stata presentata venerdì 11 settembre, nell’atrio del Gymnasium dell’Orto Botanico di Palermo, l’undicesima edizione di Una Marina di Libri, il festival dell’editoria indipendente che da anni si è affermato come uno degli eventi culturali più attesi del sud Italia. L’evento, che normalmente si svolge a metà giugno, quest’anno è stato rinviato a causa dell’emergenza sanitaria per il Covid-19 e si terrà dal 24 al 27 settembre, sempre presso gli spazi dell’Orto Botanico, ormai storica sede della manifestazione. 

Il titolo di questa edizione è “Mondimperfetti”, ancora una volta sotto la direzione artistica di Piero Melati, e vuole offrire spunti di riflessione sul tema dell’imperfezione come sinonimo di diversità, che non va vista come un difetto ma come occasione per arricchirsi e conoscere punti di vista differenti.
Una scommessa degli organizzatori – il CCN Piazza Marina e Dintorni, le case editrici Navarra e Sellerio, la Libreria Dudi e l’Università di Palermo – che dopo il lockdown non hanno voluto rinunciare all’edizione di quest’anno, pur dovendosi adattare alle attuali precauzioni sanitarie. Questa edizione, infatti, prevederà una serie di disposizioni particolari, come gli ingressi contingentati, a fasce orarie su prenotazione e un percorso obbligato lungo i viali del giardino. Limitazioni necessarie per garantire al maggior numero di visitatori di partecipare in sicurezza.

Tesori d’Italia Magazine negli ultimi due anni è stato media partner della manifestazione, avendo modo di raccontarvi non solo gli eventi del festival ma anche le storie degli editori che hanno partecipato alle passate edizioni. Pur non seguendo il festival come media partner ufficiale, vogliamo comunque presentarvi la nuova edizione, dato il legame che si è instaurato con le precedenti collaborazioni e il valore ancora più importante che assume il Festival in questo particolare anno.

di Giuseppe Mazzola

Comunicato stampa
Torna “Una Marina di Libri” all’Orto Botanico di Palermo
Il Festival dell’Editoria Indipendente in programma dal 24 al 27 settembre

Giovedì 24 settembre alle 10:00 si alzerà il sipario sull’undicesima edizione di “Una Marina di Libri”. Una scommessa quella degli organizzatori che, dopo i mesi di lockdown, vogliono puntare sulla ripartenza della cultura, ma ponendo estrema attenzione ai dispositivi e alle precauzioni anti-covid. La manifestazione, che si concluderà domenica 27 settembre, si terrà come di consueto all’Orto Botanico dell’Università degli Studi di Palermo e quest’anno ha ricevuto il sostegno dell’Assessorato regionale ai Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, dell’Assessorato alle Culture del Comune di Palermo e dell’ARS. Il direttore artistico è Piero Melati, affiancato da Matteo Di Gesù, Salvatore Ferlita e Masha Sergio.
“Una marina di libri” è promossa da CCN Piazza Marina & dintorni – organismo no profit che mette insieme più di 65 operatori commerciali e culturali del centro storico di Palermo – e si sviluppa grazie a un’ampia rete di sinergie sul territorio cittadino, in primis con le case editrici palermitane Navarra e Sellerio, con la libreria Dudi che cura il cartellone di editoria per l’infanzia, e con la stessa Università degli Studi di Palermo.

L’edizione 2020 si presenta con il titolo “Mondimperfetti”. Nella realtà contemporanea, considerare l’imperfezione come occasione anziché mero difetto non può che apportare vantaggi. “Imperfezione” è sinonimo di “diversità” che in quanto tale arricchisce, offre rinnovati punti di vista, sollecita specificità che rifuggono l’ovvio. A partire da questo tema portante si sviluppano riflessioni e molti degli incontri, con particolare riferimento alla letteratura fantascientifica, che interessano linguaggi e discipline diverse, dalla linguistica alla semiotica, dalla letteratura comparata all’antropologia, dalla sociologia alle scienze storiche, dalla letteratura italiana alla pratica della traduzione, dalla didattica della lettura alla teoria e tecniche della comunicazione.

L’undicesima sarà necessariamente un’edizione un po’ ridimensionata, sia per numero di ingressi che per numero di eventi, inferiore rispetto agli altri anni, ma non per questo meno ricca di contenuti e di proposte culturali, a partire dall’apertura anticipata alla mattina del giovedì, con la scuola Amari-Roncalli-Ferrara che presenta il lavoro finale del progetto “Un mare di storie”, sostenuto da MiBACT e SIAE nell’ambito del programma “Per chi crea”, che ha coinvolto centinaia di bambini nella realizzazione in DAD di uno spettacolo teatrale.
Il protocollo anti-covid definito dagli organizzatori e dall’Università degli Studi prevede una serie di accortezze: gli ingressi saranno contingentati e su prenotazione con un numero massimo di 350 persone ogni due ore, 7 slot che copriranno 14 ore quotidiane dalle 10 della mattina. Tutti i visitatori avranno due ore di tempo per visitare la fiera – con un percorso obbligato che permetterà di raggiungere tutti gli stand, evitando assembramenti – e assistere agli eventi, poi si dovrà uscire per dare la possibilità agli altri ospiti di entrare in sicurezza. È obbligatoria la prenotazione online sul sito www.unamarinadilibri.it, il biglietto costa 3 euro per uno slot da due ore, la stessa persona può acquistare più biglietti per diverse fasce orarie o acquistare un biglietto cumulativo di 10 euro che dà diritto a un ingresso al giorno per tutti e quattro i giorni della manifestazione.

Si confermano le due rassegne tematiche, particolarmente amate dal pubblico della manifestazione: “Gli scrittori che ci mancano”, omaggi a scrittori e scrittrici scomparse, che quest’anno saranno dedicati a Amelia Rosselli (con la partecipazione di Renzo Paris e le letture di Gisella Vitrano), Michele Perriera, Asimov e Bradbury nelle edizioni di Urania, collana storica Mondadori di science fiction (con Franco Forte) e Flannery O’Connor (con Gaja Lombardi Cenciarelli e letture di Salvatore Galati); e “Donne in amore“, progetto ideato da Sara Scarafia, che per il 2020 prevede il racconto delle eroine greche con Matteo Nucci e di Moby Dick con Evelina Santangelo.

Si conferma anche per il 2020 la finestra sul giallo e la scrittura poliziesca grazie agli incontri promossi dalla Questura di Palermo che analizzano la sovrapposizione tra i “Commissari di carta” e quelli sul campo, a partire dai libri “L’assassino scrive 800A” di Francesco Bozzi e “Mercato nero” di Gian Mauro Costa; così come quella sulla letteratura lgbt grazie alla collaborazione con il Palermo Pride (“Il volto delle streghe” di Renzo Conti); e la sinergia con Billy – il vizio di leggere, il gruppo facebook di lettori coordinato da Angelo Di Liberto con quasi ventimila appassionati da tutta Italia, che con l’iniziativa Modus legendi ha rivoluzionato le classifiche dei libri più venduti in Italia e che a Una marina di libri organizza il suo raduno nazionale con la presenza della scrittrice Lorenza Foschini.

Novità dell’edizione è la nuova rubrica “Marina rolls”, ideata da Matteo Di Gesù su libri musicali attraverso cui racconteremo Le donne del Soul e le Rocket Girls con Luca D’Ambrosio e Laura Gramuglia. Non mancheranno momenti di spettacolo con il reading deIl’attrice Iaia Forte da “L’isola di Arturo” di Elsa Morante, musica e proiezioni. Tante e varie sono poi le presentazioni degli editori indipendenti presenti in fiera che da undici anni sono il vero cuore di Una marina di libri.

Sarà un’edizione diversa, dove a tutti è chiesto uno sforzo di attenzione verso gli altri e verso sé stessi e di rispettare le regole anti-covid, di presentarsi con anticipo rispetto all’orario di prenotazione per permettere la registrazione e la misurazione della temperatura. Con questa manifestazione la cultura vuole dare un forte segnale di ripresa e si sta facendo uno sforzo enorme per garantire la sicurezza di tutti.
«Abbiamo vissuto per la prima volta nella nostra vita mesi di ritiro in casa lontani dagli amici e inventando postazioni lavorative, incontri sul web con gli occhi sul telefonino. Dopo i mesi terribili del lockdown, è importante l’idea di tornare alla fisicità, agli incontri con le persone, alla voglia di toccare e sfogliare i libri; – spiega Nicola Bravo, presidente del CCN Piazza Marina e dintorni – tra la voglia e un po’ di follia, abbiamo deciso di fare questa undicesima edizione. Sappiamo che sarà un’edizione particolare, ma sappiamo anche che sarà bello rivederci tutti: non ci abbracceremo, rinunceremo ai baci, faticheremo a riconoscerci dietro le mascherine, ma siamo certi che gli occhi di tutti saranno sorridenti ed emozionati».

Anche quest’anno alla Libreria Dudi è stata affidata la programmazione dedicata ai ragazzi e ai bambini. Nello spazio dedicato ai più piccoli saranno allestite due mostre: una dedicata al ventennale di Babalibri dal titolo “I nostri eroi preferiti”, da guardare e ascoltare insieme a Francesca Archinto, fondatrice della casa editrice; e una interamente dedicata a Gianni Rodari nell’anno del centenario che lo ricorda, dove chi volesse può usufruire di un servizio di guida tra i 21 pannelli, che la casa editrice EL ha riprodotto in tutta Italia, a cura degli studenti dell’Università Lumsa.
Lo spazio Dudi sarà inaugurato alle 18:30 di giovedì 24 con uno spettacolo di e con Gisella Vitrano, Marcella Vaccarino e Petra Trombini, allestimento e scenografie a cura de Le Giuggiole, tratto da “La principessa Allegra” di Gianni Rodari. Un fitto programma tra laboratori, presentazioni di libri e attività per bambini che la libreria ha organizzato insieme alle diverse case editrici e a numerose associazioni tra cui Le Giuggiole e Palma Nana, ma anche incontri per adulti: venerdì 25 alle ore 18:30 “Come leggere un albo illustrato? Strumenti per un viaggio nell’albo illustrato 0-5 anni” con Francesca Archinto; domenica 27 alle ore 17:15 presentazione “Un’infanzia fatta di scienza ed arte” Franco Angeli editore di Elena Mignosi; sempre domenica alle ore 18:15 appuntamento per tutti al palco centrale con Bruno Tognolini, ospite speciale del progetto “Un mare di storie”, promosso da Ics Amari-Roncalli-Ferrara in collaborazione con Libreria Dudi e CCN Piazza Marina & dintorni e con il sostegno di MiBACT e SIAE nell’ambito del programma “Per chi crea”. Promosso da Send all’interno del progetto “DAPPERTUTTO. Territori e Comunità per inventare il futuro”, finanziato da Con i Bambini attraverso il Fondo per il contrasto della povertà educativa dei bambini, è invece il ciclo di incontri #Ascuola che attraverso gli interventi di docenti ed educatori, tra cui Franco Lorenzoni, Simone Giusti, Christian Raimo e Antonella Capetti, vuole riflettere sulla necessità che la scuola italiana recuperi uno spazio di cittadinanza, che la riposizioni tra le priorità politiche, per rispondere alla crisi sociale ed educativa prodotta dall’emergenza sanitaria.

Un’attenzione, quella per l’educazione, che è prioritaria anche per Una Marina di Libri che, quest’anno come non mai, fa del mondo della scuola e dei ragazzi i suoi protagonisti.

Pagine Facebook
Una Marina di Libri
Orto Botanico di Palermo
Navarra Editore
Sellerio Editore
Libreria Dudi

Foto di Giuseppe Mazzola

ARTICOLI CORRELATI

PIÙ LETTI