11.1 C
Napoli
mercoledì, 24 Aprile, 2024
HomeEVENTIUna Marina di Libri per i più piccoli

Una Marina di Libri per i più piccoli

Una Marina di Libri, il festival dell’editoria indipendente di Palermo, non è solamente un momento per incontrare editori provenienti da ogni parte di Italia, ma anche un’occasione per fare avvicinare i più piccoli al mondo dei libri. Da qualche anno il coordinamento delle attività per i bambini è affidato alla Libreria Dudi, una libreria palermitana nata nel 2014 con l’intento di creare in città un luogo che fosse un riferimento per le famiglie e i bambini, ponendo al centro il libro.

Ci racconta Maria Romana Tetamo, responsabile della libreria: «La collaborazione della Libreria Dudi con Una Marina di Libri è al suo quarto anno. Rispetto agli anni precedenti, l’esperimento che si è voluto fare quest’anno è stato quello di realizzare una vera e propria isola dentro l’isola ─ il tema dell’edizione ─ chiamata “Isola dei Racconti”, che ha creato una sorta di giardino interno in cui ritroviamo gli editori per l’infanzia e gli editori che si occupano di illustrazione».
Editori siciliani come la Baglieri Editrice di Vittoria, in provincia di Ragusa. «Siamo nati nel 2011 ─ ci racconta Giulia ─ e ci occupiamo sia di libri per bambini e ragazzi dai 4 ai 14 anni, di saggistica locale e di tesi di laurea che cercano di promuovere il territorio siciliano. La novità dell’Isola dei Racconti è una esperienza che deve ancora crescere e che va migliorata, anche grazie ai suggerimenti delle case editrici che hanno partecipato a questo esperimento».
O come Ideestorte Paper, una giovane casa editrice palermitana che già l’anno scorso era presente come partner e che quest’anno ha ufficializzato la sua prima partecipazione. «Quest’anno abbiamo arricchito il nostro catalogo con due nuove opere: Botanica Fantastica, che al Salone del Libro di Torino presumibilmente è stato l’albo illustrato per adulti più venduto durante il Festival e Andrea, un albo illustrato che racconta la storia di uno strambo camaleonte che ancora non sa che può fare grandi cose, grazie alla sua diversità», ci racconta Angelo Bruno.
Ma anche case editrici non siciliane, come la Rapsodia Edizioni di Roma. «Noi ─ ci racconta Eleonora ─ pubblichiamo sia libri per ragazzi che per adulti, libri a scopo educativo e di crescita personale, anche  divertenti, un po’ fuori dalle righe. Puntiamo ad argomenti forti, come può essere andare contro gli stereotipi, cosa che serve sia agli adulti che ai bambini, oppure la perdita degli affetti, che è un tema molto delicato in un periodo difficile come l’adolescenza. Per quanto riguarda la novità de L’Isola dei Racconti, l’idea ci piace ma, essendo un esperimento, non tutto è andato al 100%».

Non solo editori, ma anche realtà che hanno proposto attività ludiche per i più piccoli, come ci racconta Giulia della Cooperativa Palma Nana: «Palma Nana si occupa di educazione ambientale e turismo responsabile, con laboratori didattici per le scuole ma soprattutto con i campi avventura per bambini e ragazzi. Per Una Marina di Libri abbiamo proposto un’esperienza che parte dall’esplorazione grafica, per i più piccoli e per gli adulti, nella quale ognuno sceglie un proprio libro da colorare e illustrare, fino all’esplorazione vera e propria, nella quale i bimbi ricevono delle indicazioni ─ tattili, olfattive, visive ─ da seguire all’interno dell’Orto Botanico».
«Un’altra novità di quest’anno ─ ci racconta ancora Maria Romana ─ è stata quella di inserire nel programma, oltre alle attività per bambini da 0 a 10 anni, una serie di incontri con autori e illustratori che parlano ai ragazzi e agli adulti, affrontando tematiche legate alla storia contemporanea, come la guerra in Siria e il fenomeno della migrazione. In particolare per la presentazione del libro illustrato In mezzo al mare. Storie di giovani rifugiati ci siamo spostati sul palco principale del festival dal quale Mohamed, un ragazzo giunto in Italia qualche anno fa dalla Costa D’Avorio, ci ha raccontato la sua storia, una di quelle che è descritta proprio nel libro. Per questa presentazione e per aprire un dibattito sull’argomento è stato importante invitare sul palco anche tutte quelle realtà che si occupano di accoglienza e di immigrazione, che per fortuna a Palermo sono tante».

Una collaborazione ormai consolidata, quella tra la Libreria Dudi e Una Marina di Libri, per offrire anche ai lettori più piccoli delle esperienze ludiche ed educative, anche su temi che sono più legati al mondo degli adulti. Perché, come affermava Bruno Munari nel 1986: «Giocare è una cosa seria! I bambini di oggi sono gli adulti di domani. Aiutiamoli a crescere liberi da stereotipi. Aiutiamoli a sviluppare tutti i sensi. Aiutiamoli a diventare più sensibili. Un bambino creativo è un bambino felice!».

di Giuseppe Mazzola
Foto di Giuseppe Mazzola

Pagine Facebook
https://www.facebook.com/unamarinadilibri/
https://www.facebook.com/libreriadudi/
https://www.facebook.com/BAGLIERIEDITRICE/
https://www.facebook.com/Ideestortepaper/
https://www.facebook.com/rapsodiaedizioni/
https://www.facebook.com/PalmaNana/

ARTICOLI CORRELATI

PIÙ LETTI