22.8 C
Napoli
martedì, 28 Maggio, 2024
HomeTURISMO E CULTURA“5 Vele” per Nardò

“5 Vele” per Nardò

Il 12 giugno la città ha ricevuto il prestigioso riconoscimento di Legambiente e Touring Club Italiano per l’estate 2019

In oltre 7.500 chilometri di coste italiane spicca per fascino e bellezza il comune di Nardò, prima capitale di Tesori d’Italia, che quest’anno ha ottenuto il 6° posto nella classifica nazionale dei comprensori marini in occasione della presentazione della Guida Blu 2019.

Introdotta al pubblico e agli addetti ai lavori a Roma il 12 giugno 2019, la Guida Blu 2019 fornisce un quadro completo e utile per orientarsi in mezzo alle bellezze marine del territorio italiano, con l’obiettivo di far comprendere l’importanza di mantenere un’alta qualità del mare e delle spiagge, senza trascurare la varietà dei servizi ricettivi presenti sul territorio.
Da 19 anni Legambiente e Touring Club Italiano lavorano in sinergia, supportati dai circoli locali e da Goletta Verde, per analizzare tutta la penisola italiana e assegnare le vele simboliche che vanno da un punteggio minimo di 1 fino al massimo di 5 vele.
Sono stati 97 i comprensori che Legambiente e Touring Club Italiano hanno analizzato a fondo per realizzare e promuovere la Guida Blu 2019. Nardò ha dimostrato di rispettare tutti i requisiti ambientali, naturali e ricettivi per l’ottenimento delle “5 Vele”, confermando la qualità delle sue coste e la bontà delle numerose iniziative per la sostenibilità ambientale portate avanti con costanza in questi ultimi anni.
Sebastiano Venneri, responsabile Mare e Turismo di Legambiente, Stefano Ciafani, presidente nazionale di Legambiente, Franco Iseppi, presidente del Touring Club Italiano e Salvatore Micillo, Sottosegretario al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare hanno premiato i sindaci selezionati tra cui Pippi Mellone, sindaco di Nardò, che ha espresso la sua massima soddisfazione per un traguardo delle politiche ambientali che sono state applicate con un successo evidente su più fronti. Lo conferma anche Giulia Puglia, Assessore al Turismo e alle Attività Produttive, che ha lavorato con passione e concretezza per contribuire a mettere in luce e valorizzare tutte le bellezze racchiuse nella cittadina di Nardò.
Il Salento esce vittorioso da questa grande analisi, grazie ai  comuni di Gallipoli, Porto Cesareo, Racale, Melendugno, Otranto e Vernole, entrati in classifica per l’elevata qualità del mare e delle spiagge.
Nardò raccoglie i frutti di un lavoro attento e appassionato, continuando la sua crescita non solo all’insegna del turismo esperienziale e sostenibile, ma anche nella consapevolezza di quelle che sono le bellezze autentiche del proprio Paese.
La tutela dell’ambiente per il nostro presente e per il futuro delle nuove generazioni è una vittoria che riguarda non solo Nardò ma tutti noi italiani.

di Valentina Alfarano

ARTICOLI CORRELATI

PIÙ LETTI