17.7 C
Napoli
giovedì, 23 Maggio, 2024
HomeTURISMO E CULTURALa voce dell’editoria indipendente – Parte ottava

La voce dell’editoria indipendente – Parte ottava

Un viaggio alla scoperta degli editori indipendenti italiani

Il nostro viaggio alla scoperta delle case editrici indipendenti, protagoniste dell’ultima edizione di Una Marina di Libri dello scorso giugno 2018, non è ancora finito.
In attesa dell’edizione 2019 e dopo l’apertura degli Studios Tesori d’Italia proprio nel capoluogo campano, è tempo di dedicare spazio alle case editrici napoletane che abbiamo incontrato.

Inknot Edizioni nasce a Napoli nel 2013, ab origine unicamente in formato digitale. La casa editrice propone alle famiglie favole in digitale, pensate per essere un supporto educativo per i bambini; sono “libri” che si possono toccare, suonano, prevedono la lettura automatica, e alcuni fanno vivere avventure con la realtà aumentata. Questo spiega la scelta del nome, “inknot”, letteralmente “senza inchiostro”. Alla base la filosofia degli ideatori: non è con l’inchiostro che si trasmettono le emozioni, ma con il contenuto. Tuttavia, la Inknot Edizioni non ha mai chiuso la strada alla tradizionale editoria cartacea, tanto che, con il passare del tempo, l’arrivo di sempre più manoscritti ha permesso loro di espandere le proposte editoriali della narrativa per bambini e per adulti. Oggi i libri si possono trovare in entrambi i formati, cartaceo e digitale.
Punto di forza della Inknot Edizioni è sicuramente l’attenzione ai lettori, come espresso dal suo motto: “L’editoria che si rinnova per chi sa leggere i cambiamenti. L’obiettivo prefissato è, infatti, quello di sperimentare i nuovi mezzi digitali, cogliendone le opportunità.

Un’altra casa editrice indipendente sita nel capoluogo campano è la Valtrend editore. Già il nome stesso si presenta come un acronimo, “valorizzazione e tutela delle risorse endogene”, che manifesta la direzione intrapresa dagli editori.
La Valtrend Editori propone testi divulgativi per promuovere la cultura in maniera “lieve” allo scopo di avvicinare giovani e adulti ai libri e al territorio. Di particolar pregio è la collana “Enolibro”, in quanto abbina ad un libro un vino; nel libro si parla di territorio a 360°, dalle particolarità geografiche alla sua cultura. L’idea è sicuramente intrigante poiché unisce due piaceri estremi, ossia quello della lettura accompagnata a un buon bicchiere di vino. Il tutto diventa ancor più stimolante quando si percepiscono le connessioni tra ciò che si legge e il vino che si sorseggia.

I due soci della casa editrice Ad est dell’equatore, anch’essa con sede a Napoli, si sono raccontati per Tesori d’Italia Magazine. Gli inizi nel 2008, nel retro di una sartoria, quando, nell’area est di Napoli, “spacciavano” libri in sella ad una Vespa indiana. Durante il loro percorso hanno sempre scelto “libri onesti e unici”, in grado di avvicinare l’autore al suo lettore.
La casa editrice si occupa principalmente di narrativa; la collana principale è “Virus” dallo stile americano e del realismo “sporco”. Non mancano però collane sperimentali, come “Liquid”, partita come una collana dedicata alla poesia ma che, nel corso del tempo, ha subito numerosi cambiamenti: testi scritti solo in prima persona o con linguaggi inventati.
Ad est dell’equatore si è spinta anche oltre, pubblicando altri generi letterari e di approfondimento come ad esempio gli scritti anarchici di Giacomo Leopardi o biografie di personaggi considerati per l’immaginario collettivo “di serie b”, ma che in realtà hanno avuto una vita straordinaria e un enorme successo.

Scrittura & Scritture è la casa editrice partenopea che si occupa principalmente di narrativa. Fondata nel 2006 da Chantal ed Eliana Corrado, si distingue per l’accurata selezione e cura promozionale nella pubblicazione delle opere. Infatti, tra i suoi princìpi fondamentali vi è quello di non pubblicare più di 10 novità l’anno: la cura e la selezione delle opere rende i prodotti di elevata eccellenza.
Due sono le collane: una di gialli, thriller e noir e un’altra di romanzi storici moderni e contemporanei.

Si conclude così il nostro incontro con le case editrici partenopee, che si caratterizzano per la fantasia, il coraggio e l’intraprendenza delle loro azioni.
Continuate a seguire il nostro viaggio di scoperta dell’editoria indipendente, da qui fino alla prossima edizione di Una Marina di Libri.

 – di Chiara Andolina

 Interviste a cura di Giuseppe Mazzola e Chiara Andolina

Pagine FB:
https://www.facebook.com/inknotedizioni/
https://www.facebook.com/valtrendeditore/
https://www.facebook.com/adestdellequatoreedizioni/
https://www.facebook.com/ScritturaScritture/

ARTICOLI CORRELATI

PIÙ LETTI