17.8 C
Napoli
mercoledì, 22 Maggio, 2024
HomeIMPRESA ITALIAMasseria La Cornula, un antico tesoro in Terra d’Arneo

Masseria La Cornula, un antico tesoro in Terra d’Arneo

Quella della masseria seicentesca è una storia “dal pensiero lento”. E Tesori d’Italia, dopo averla ascoltata, può raccontarla

La Masseria La Cornula, nella splendida cornice della Terra d’Arneo, nel Salento, appare incastonata in un luogo incantevole che conserva intatta la sua storia centenaria, pur avendo subìto profondi cambiamenti.
Novanta ettari di terreno tra seminativo, oliveto e vigneto. Il viale d’ingresso alberato, che conduce nei luoghi dedicati all’ospitalità (ristorante, centro benessere, sale congressi, suite). E il Giardino dei Carrubi, il cui cuore, ricco di oltre 150 piante, è protetto da un muretto a secco che ne delimita i confini.

Ad un primo sguardo tutto appare com’è: maestoso, immobile, monumentale. È solo ascoltando le parole dei proprietari, la famiglia Sabato, che si svela il passato tumultuoso della masseria, acquistata nel 2006 e recuperata dopo che un incendio e l’usura del tempo l’avevano definitivamente messa in disparte.
Con l’obiettivo di restituire al territorio quello che era stato perduto e forte della consapevolezza che “lento è meglio che veloce”, la famiglia Sabato ha deciso di investire energie e risorse personali sul proprio territorio, il Salento, rimettendo in condizioni di produttività l’antica masseria. Passo dopo passo, seme dopo seme, Masseria La Cornula ha recuperato la sua identità originaria ed è tornata a vivere. Gli interventi di recupero hanno interessato le diverse aree della masseria, dalle opere di demolizione al restauro conservativo. Gli elementi che caratterizzano il luogo, le volte in tufo, il vigneto con le sue uve profumate, l’oliveto con nove varietà di olive differenti, gli alberi di carrube, i fiori e le piante… tutto è tornato alla luce, si è trasformato, ha ripreso a battere.
I prodotti di Masseria La Cornula stanno ottenendo numerosi riconoscimenti, merito del lavoro minuzioso che ha sempre messo al primo posto la qualità, più che la quantità.
Un’attenzione particolare merita l’Oil bar, soprannominato “il tempio dell’olio”, un luogo innovativo nel suo genere, curato nei minimi dettagli, dove è possibile degustare le diverse sfumature di olio, apprezzandone le caratteristiche, dal colore, al gusto, ai diversi sentori olfattivi, più leggeri o intensi.

La “storia dal pensiero lento” prende il via dalla volontà di rendere omaggio alla propria terra facendo riecheggiare, ancora una volta, tradizioni, gesti, abitudini e attività lavorative che si generavano grazie e intorno alle masserie, e di cui esse stesse erano il fulcro: ricche di vita, diventavano luogo di aggregazione. Tale volontà ha guidato le scelte logistiche e indirizzato verso una conformazione specifica della struttura, che adesso dispone di sale per eventi, di un centro benessere, di suite e di un ristorante alla carta dove poter gustare le materie prime prodotte all’interno dell’azienda agricola.

L’amore per il territorio e per le proprie radici ha ispirato totalmente la storia contemporanea di Masseria La Cornula. Tutto il restauro, infatti, è stato fatto a “misura di ambiente”, dalla scelta di usare pannelli radianti e pannelli in cartongesso con cartoni assorbenti, a quella di eliminare il gas a favore dell’elettrico; dall’uso del riscaldamento con pompe di calore, fino alla raccolta dell’acqua piovana per irrigare i prati.

La storia della Masseria La Cornula è quindi una “storia dal pensiero lento”, dove lento significa discostarsi dal sentiero già battuto per trovarne un altro, più impervio forse, più faticoso, ma sicuramente unico, perché scolpito dal proprio stesso passo.

– di Valentina Alfarano

Pagina FB

ARTICOLI CORRELATI

PIÙ LETTI