17.1 C
Napoli
lunedì, 20 Maggio, 2024
HomeENOGASTRONOMIALa Crespella calabrese, il piatto di Natale da mangiare con le mani

La Crespella calabrese, il piatto di Natale da mangiare con le mani

Nelle tavole natalizie di ogni reggino non manca mai la Crespella calabrese, o Crespeddha, una specie di grossa frittella “increspata” (da qui l’etimologia del nome di origine latina crispus, cioè “crespo”), arrotolata su sé stessa e ripiena di ingredienti tipicamente calabresi, come i pomodori secchi, le alici, la ricotta fresca di pecora o le sarde salate.
Le Crespelle possono essere gustate anche in versione dolce, immerse nel miele e ricoperte da una spolverata di cannella, oppure ricoperte di un finissimo strato di zucchero grezzo.

La preparazione dell’impasto della Crespella obbedisce ad un rituale preciso fatto di tempi e modi che, solo se rispettati alla perfezione, le conferiscono un gusto croccante fuori e soffice al suo interno.
Tre sono le regole da rispettare per realizzare delle ottime Crespelle: bisogna preparare la pasta lievitata la sera prima e lasciarla riposare tutta la notte avvolta da un panno di lana; bisogna impastare in maniera energica, battendo la pasta contro le pareti del recipiente finché la pasta non si distaccherà naturalmente dai bordi, senza lasciare alcuna traccia; una volta “calata” nell’olio di frittura, si deve avere l’accortezza di togliere la Crespella con un grosso mestolo non appena la crosta diventa dorata, non un secondo di più né un secondo di meno!

Di seguito la ricetta per preparare la versione sfiziosa della Crespella calabrese, quella ripiena di pomodori secchi, da mangiare con le mani e accompagnata da un buon bicchiere di vino rosso.

Ingredienti
(per circa 30 Crespelle)

500 g di farina 0
300 g di pomodori secchi
12 g di lievito di birra
400 ml di acqua
500 ml di olio di semi di girasole
sale q.b

Preparazione 

Iniziate mettendo la farina dentro una ciotola capiente e disponetela a fontana. Aggiungete quindi al suo interno il lievito di birra, un pizzico di sale, per poi versare un bicchiere di acqua tiepida in modo da far sciogliere il lievito. Aggiungete all’impasto due cucchiai di olio di semi di girasole e impastate il tutto versando ogni tanto un po’ d’acqua fino a rendere l’impasto morbido e cremoso. Lasciate lievitare il tutto per una notte coprendo la ciotola con un panno di lana.
Passato questo tempo, rimettetevi al lavoro. Riempite per metà una padella con l’olio di semi di girasole e iniziate a creare le Crespelle seguendo questa tecnica: prendete con le mani un po’ di impasto, mettete al suo interno il pomodoro secco tagliato a tocchetti e richiudete l’impasto formando come delle palline. Tuffate le Crespelle nell’olio bollente e lasciatele finché non diventeranno completamente dorate. Non appena saranno pronte appoggiatele su della carta assorbente prima di servirle calde e mangiarle magari accompagnate da formaggio e salumi.

Buon appetito dalla Calabria!

– di Valentina Alfarano

 

ARTICOLI CORRELATI

PIÙ LETTI