20 C
Napoli
domenica, 19 Maggio, 2024
HomeENOGASTRONOMIAGrana Padano, una storia di successi

Grana Padano, una storia di successi

Tesori d’Italia nel suo viaggio esplorativo volto a cogliere le eccellenze del Made in Italy presenti a Cibus, il Salone Internazionale dell’Alimentazione, ha incontrato il Consorzio Tutela Grana Padano. Un consorzio che riunisce da oltre sessant’anni produttori, stagionatori e commercianti del formaggio Grana Padano per garantire il rispetto della ricetta tradizionale e la sua alta qualità riconoscibile e ritrovabile in ogni singola forma prodotta. Nella kermesse del gusto, rappresentata da Cibus, il Consorzio Tutela Grana Padano ha condiviso, presso il Padiglione 2 – Stand L71-K72, tre giorni di proposte e di eventi con il Consorzio della Mozzarella di Bufala Campana DOP. Un singolare gemellaggio, consacrato dal claim “C’è più gusto a stare insieme”, che testimonia la capacità del sistema agroalimentare italiano di fare rete.In vent’anni di successi all’estero, che hanno visto più che quadruplicate le esportazioni, è emersa chiaramente l’importanza del fare rete. Questo gemellaggio tra nord e sud rientra dunque nel più ampio intento di far conoscere e apprezzare le eccellenze della nostra penisola all’estero. Numerosi sono stati gli ospiti accorsi ad assaporare il Grana Padano la cui qualità è stata riconosciuta con il conferimento della denominazione di origine protetta DOP. Ai fornelli, per queste due eccellenze del Made in Italy, si è sfidato un trio di professionisti: il pizzaiolo Franco Pepe e i cuochi Rosanna Marziale e Giuseppe Daddio che hanno reso omaggio allo stile di vita italiano. Dallo showcooking di Rosanna Marziale “Le Mille e una forma”, con ricette a base di ricotta di Bufala Campana DOP e Grana Padano DOP, a “L’orgoglio della tradizione” dello chef Daddio , una rivisitazione dei piatti che hanno reso la mozzarella di bufala campana e il grana padano due simboli dell’Italia nel mondo, fino a giungere a “Colpo Doppio” ultima creazione di Franco Pepe  che è stato un omaggio alla città di Parma: un cono fritto che reinterpreta la parmigiana di melanzane ed è composto da una fonduta di mozzarella di bufala campana DOP affumicata, chips di Grana Padano DOP e una parmigiana in crema con riduzione di basilico.

Il Consorzio Tutela Grana Padano, perseguendo la finalità di tutela e promozione del formaggio Grana Padano e della sua Denominazione di Origine Protetta in Italia e all’Estero, è riuscito mediante uno spazio espositivo intitolato “Prato Padano” caratterizzato da un catering scenografico a far apprezzare ai visitatori il connubio tra il verde di un rigoglioso giardino e il sapore inimitabile del Grana Padano DOP declinato in forme diverse. Forme che nel 2017 hanno trovato un importante riscontro anche nell’export con una crescita, rispetto al 2016, del 2,1% pari a 1.799.227 forme vendute in ogni parte del mondo. Il mercato più importante, in termini di consumi, si è confermato quello tedesco con 455.878 forme esportate, seguito da quello francese (207.276 forme) e, oltre oceano, da quello nord americano con 194.333 forme vendute tra Stati Uniti e Canada.

– di Loredana Salvatore

ARTICOLI CORRELATI

PIÙ LETTI