32.7 C
Napoli
domenica, 14 Luglio, 2024
HomeEVENTILibri Come. La Festa del Libro e della Lettura quest’anno parla della...

Libri Come. La Festa del Libro e della Lettura quest’anno parla della nostra Terra

Libri Come torna in presenza all’Auditorium Parco della Musica di Roma. ‘Terra’ è la parola chiave scelta per la XIII edizione che, alla presenza di numerosi ospiti, invita a riflettere e dialogare sull’attualità attraverso la letteratura.

Dall’11 al 13 marzo torna in presenza Libri Come – Festa del Libro e della Lettura di Roma, prodotta dalla Fondazione Musica per Roma a cura di Michele De Mieri, Rosa Polacco e Marino Sinibaldi. I lettori potranno condividere dal vivo le riflessioni di narratori, autori, poeti, intellettuali partecipando a presentazioni, dialoghi, lezioni, reading.

“Libri Come è nato all’idea di fare una festa del libro e della lettura a Roma e di farla all’Auditorium Parco della Musica, un posto ampio e molto popolare – ci racconta Marino Sinibaldi – Quest’anno siamo alla XIII edizione. L’idea è di usare la letteratura per dire cose che hanno a che fare col mondo. Questo naturalmente è molto più importante quest’anno”.

Come nelle ultime edizioni, Libri Come ha una parola che guida il percorso di incontri.
La parola chiave quest’anno è Terra, alla luce dell’emergenza soprattutto ambientale e della riscoperta della vivibilità dopo la pandemia – continua Sinibaldi – Adesso, con la guerra in Ucraina, il concetto assume un connotato ancora più forte: quello del mondo come conflitto e ci sono dei libri che parlano appunto di conflitti, come Una persona alla volta di Gino Strada, che sarà presentato postumo proprio a Libri Come e a cui è dedicato l’incontro in programma il 12 marzo ‘Una persona alla volta. Storia e pensieri di Gino Strada’ in collaborazione con Emergency e Feltrinelli editore”.

Gli autori, il programma

All’ecosistema del nostro pianeta dedicheranno le loro riflessioni Stefano Mancuso con una lezione su ‘Il pianeta delle piante’; Telmo Pievani e Antonio Pascale dialogheranno su ‘Come è nata l’idea che la Terra sia in pericolo’. Di giustizia sociale e ambientale parlerà Elly Schlein autrice del libro La nostra parte in cui si racconta come si possono fare “scelte in grado di ridurre i divari e le emissioni, di migliorare la vita delle persone e del pianeta”.

A Libri Come – Terra si affronteranno anche problemi globali, come malattie, guerre, migrazioni e diritti. Franco Gabrielli e Carlo Bonini, per esempio, parleranno di naufragi e nuovi approdi; Diego Bianchi e Annalisa Cuzzocrea si interrogheranno su come raccontare il presente. E, ancora, il podcast di Dario Fabbri racconterà le cause e le conseguenze della guerra in Ucraina.

Tornano anche gli autori stranieri, come Damon Galgut lo scrittore sudafricano premiato col Booker Prize, il premio più importante di autori in lingua inglese, o John Banville che torna a Libri Come per presentare il suo nuovo noir d’autore, Il dubbio del killer. La sudamericana Natalia Garcia Freire dialogherà con Chiara Tagliaferri e presenterà il suo romanzo Questo mondo non ci appartiene. Infine, Libri Come partecipa alle celebrazioni dei cento anni della nascita di Pier Paolo Pasolini con l’evento finale del festival a cui presenzieranno Ascanio Celestini, Eleonora Danco e Zerocalcare.

La maggior parte degli eventi è a ingresso gratuito. “Sono diversi i libri e gli eventi che parlano della Terra sia sul piano dell’ambiente che del conflitto – ci dice Marino Sinibaldi – e sono così tanti che è difficile elencarli tutti”.

Come sta il libro in Italia?

Domenica 13 marzo Libri Come propone l’incontro con gli editori, bibliotecari, librai e lettori per fare il punto sull’editoria e la lettura in Italia. Per Marino Sinibaldi “grazie alle misure introdotte alla legge sul libro e alle politiche di incentivi, l’industria del libro non è in crisi. Si sono venduti più libri, il mercato è cresciuto anche del 16% secondo le cifre dell’Associazione italiana editori. Durante la pandemia poi si è letto di più ma chi lo ha fatto sono le persone che già leggevano. Si è allargato, invece, il divario tra chi legge e chi non legge, perché chi non legge continua a non farlo. C’è quindi un dato industriale positivo, un dato culturale nel mezzo e un dato sociale negativo”.
+ info

© Gianluca Costantini
Non solo libri: le mostre

Negli spazi dell’Auditorium, Libri Come propone anche tre mostre.
The Social Drawing, la mostra dedicata al fumetto e alla grafica, è affidata all’artista e attivista Gianluca Costantini, autore dell’immagine che sostiene la campagna per la liberazione di Patrick Zaki. Qui sono esposti i ritratti di persone che sono diventate simbolo della libertà di stampa oppressa, come la giornalista russa Anna Politkovskaja; dell’oppressione dei regimi, come Giulio Regeni; ma anche della difesa dell’ambiente, come Greta Thunberg.
+ info

Libri dentro come fuori, di Silvana Amato, è un percorso espositivo che racconta la nascita e lo sviluppo del disegno dei libri. In mostra oltre cinquanta stampe di copertine delle collane di libri da lei curate. Secondo la Amato, “Il libro non può essere scisso in copertina e interno, contenuto e forma. Si tratta piuttosto di un unico oggetto. Ogni sua parte deve dialogare con tutto il resto in modo coerente per rispondere efficacemente a quella che è da sempre la sua funzione ovvero porre in essere la preziosa relazione tra scrittura e lettura”.
+ info

Per il settimo anno, torna AUTORItratti la mostra work in progress che accompagna lo spettatore nel panorama letterario di oggi e lo guida a conoscere e riconoscere i molti ospiti delle passate edizioni del festival.
+ info

di Aurora Amendolagine

Info
Libri Come – Terra

auditorium.com


 

ARTICOLI CORRELATI

PIÙ LETTI