28.5 C
Napoli
sabato, 13 Luglio, 2024
HomeIMPRESA ITALIASpeciale Valentina Laganà. Tesori d’Italia apre al Fashion&Design

Speciale Valentina Laganà. Tesori d’Italia apre al Fashion&Design

Speciale Valentina Laganà. Tesori d’Italia apre al Fashion&Design

Tesori d’Italia sceglie la designer Valentina Laganà per dare il via alla sezione Fashion&Design del Magazine attraverso cui raccontare e portare in giro per il mondo i Tesori del Made in Italy. Un percorso che affiancherà quello già tracciato del Food e che per il WJNetwork rappresenta un vero e proprio ritorno alle origini, quelle su cui ha fondato la sua storia imprenditoriale in Giappone e non solo. Una sezione speciale, un team dedicato, partnership di eccezione e una Testimonial ufficiale, che Tesori d’Italia si appresta ad annunciare a novembre in previsione del primo Tour in Lombardia, per offrire alle aziende una nuova ed esclusiva opportunità di visibilità e di approccio ai mercati esteri.
Il nostro team Lazio, guidato dalla Responsabile Regionale Arianna Cacciotti, ha incontrato e intervistato Valentina Laganà e ne è rimasto letteralmente rapito. I Tesori siamo noi – dice il motto ufficiale di Tesori d’Italia – ed è difficile non pensare questo delle opere e del modo di essere di Valentina. Auguri a lei per l’inaugurazione della sua boutique a Roma e auguri a tutti noi per questo nuovo cammino insieme nella bellezza e nella qualità.
Redazione Tesori d’Italia

Gioielli ad arte: Valentina Laganà apre a Roma

Nell’incantevole cornice del Largo della Fontanella di Borghese, a pochi passi da Via del Corso, è stata inaugurata la prima boutique romana della designer siciliana Valentina Laganà. Girando a caccia di tesori per le vie dello shopping di Roma, il team di Tesori d’Italia Magazine ha scovato per i suoi lettori l’atelier di Valentina Laganà, vera artista del gioiello. La boutique è uno scrigno che racchiude bijoux originali realizzati artigianalmente e particolari sculture di metalli pregiati.
Figlia d’arte, padre scenografo e regista al Teatro dell’Opera di Roma, madre insegnante all’istituto d’arte, sin da bambina vive in un ambiente che la stimola e la porta a confrontarsi con molti materiali diversi e a sperimentare varie tecniche artistiche. Si iscrive alla facoltà di Architettura a Palermo, che lascerà per dedicarsi all’apertura di un laboratorio di restauro e decorazione tutto suo. Si specializza in creazioni orafe a Firenze e si trasferisce nel 2004 a Torino, sua città d’adozione, che ospita anche il suo primo atelier-showroom.

Le creazioni di Valentina Laganà nascono prima di tutto dalla sua esigenza di voler indossare gioielli poco convenzionali, unici, che rispecchino la sua personalità e il suo background. Protagonista principale delle sue collezioni è la Sicilia «I fichi d’india, i pesci, i colori, la mediterraneità emerge, è evidente – ci dice Valentina –. C’è una collezione che si chiama Taormina: una collana un po’ pazza, aperta e destrutturata. Non è una collana tradizionale. La puoi allungare, attorcigliare. Ci giochi. Spesso con le mie creazioni ci puoi giocare. Mi piace la versatilità». Un gioiello racchiude in sé tanti altri gioielli con i quali la donna può divertirsi a cambiare a seconda del suo umore o del suo outfit, questo è il segreto delle creazioni della Laganà.
La donna di Valentina «è una donna che ha voglia di distinguersi dalla massa. Chi si uniforma probabilmente non sceglierebbe i miei gioielli. Io li dedico comunque a tutte le donne, non una categoria in particolare», ci spiega la designer. Versatilità e originalità. Queste sono le parole chiave che stanno dietro queste vere e proprie opere d’arte e artigianalità.
“Gioielli ad arte” recita lo slogan scritto sulle vetrine che si affacciano su una suggestiva via di Roma che ha come sfondo Trinità dei Monti. Sì, questi bijoux sono opere d’arte prêt-à-porter, oggetti artistici da passeggio che accompagnano una ragazza di qualsiasi età durante tutta la giornata, dall’università al lavoro, dal concerto al teatro, fino ad una cena romantica.
Le sue creazioni sono spesso aperte e destrutturate, in continua evoluzione come la vita. «Mi piace il fatto che se hai voglia di indossare un accessorio minimal puoi farlo. E se il giorno dopo senti il bisogno di un gioiello più vistoso ce l’hai all’interno dello stesso oggetto».

Metalli dalle tinte calde come il rame, l’ottone e il bronzo, vengono plasmati in forme primordiali, semplici, senza fronzoli, che diventano gioielli astratti più che figurativi. Togliere per arrivare all’essenza delle cose, questo è un concetto che si potrebbe quasi definire il motto della designer. L’essenza di cui parla non è assenza ma presenza di ciò che veramente conta, come il cuore dell’omonima collezione: un cuore caldo, aperto, accogliente, «è un cuore che contiene».
Nell’atelier oltre ad essere ospitate le creazioni orafe, sono esposte anche le sculture che l’artista forgia personalmente: «Sulle sculture metto mano solo io», sottolinea la Laganà. Si tratta di pesci e fichi d’india: un elogio alla mediterraneità.

Valentina Laganà porta in giro per l’Italia, e per il mondo, la luce e i colori della sua Sicilia, elementi ben visibili all’interno delle sue creazioni, divenendo così una ambasciatrice del Made in Italy. La creazione di un anello ispirato alle tradizioni dei popoli etruschi conferma che l’artista è una eccezionale rappresentate della creatività italiana che attinge alla memoria storico-artistica del suo Paese, portandolo con sé e racchiudendolo all’interno delle sue produzioni orafe, che possiamo definire a gran voce Tesori d’Italia!

– di Arianna Cacciotti e Roberta D’Addario
Con la collaborazione di Daniele Benigni

Valentina Laganà, Gioielli ad Arte
Largo della fontanella di Borghese 76, Roma
Link sito web
Link pagina Facebook

Foto gallery: foto gentilmente offerte da Valentina Laganà

ARTICOLI CORRELATI

PIÙ LETTI