29.8 C
Napoli
venerdì, 19 Luglio, 2024
HomeITALIANISimona Sorrentino, vita e arte in un violino

Simona Sorrentino, vita e arte in un violino

Grinta, talento, professionalità, fascino. Un mix tutto Made in Italy proiettato al futuro

Simona Sorrentino è un personaggio che si apprezza in tutte le sue forme. Quando suona il suo violino, quando si prepara poco prima di un’esibizione, quando racconta la propria vita seduta al tavolino di un bar, quando la si vede correre in auto a fine serata con i violini in spalla, carica di borse e borsoni, quando ringrazia il pubblico sorridendo per un applauso o quando è lei a guardarlo, e un po’ a riprenderlo – ma sempre con eleganza e rispetto – perché distratto. Simona Sorrentino conosce bene il suo pubblico e conosce l’Italia, sa quando dover chiedere e sa quando dover dare, sa quando poter pretendere e quando doversi sacrificare. Lei che suona è la prima a saper ascoltare. Lei che è ammirata ogni giorno da centinaia di persone, è la prima a saper osservare. È una donna in carriera ed è una splendida madre. Tanto valida come artista quanto diplomatica e umile nel fare da manager di sé stessa. Tesori d’Italia l’ha conosciuta, l’ha vista all’opera, l’ha ascoltata e non può che celebrarne entrambe le figure: la persona che ha dimostrato di essere, un esempio di forza, di grinta, di passione e di assoluta coerenza, e il personaggio che rappresenta, un’artista poliedrica che ha ancora tanto da esprimere e da raccontare. È Lei che Tesori d’Italia incorona Italiana del Mese.
– di Riccardo D’Urso

Dice di lei
«Solare, sensibile e sognatrice, questa sono io! La musica… un mix di emozioni che hanno alimentato giorno per giorno la mia anima. Ogni volta che suono guardo il cielo come per cercare qualcuno da ringraziare per avermi dato questa grande possibilità, di suonare con artisti meravigliosi e di conoscere tanti grandi musicisti, fonici, tecnici, ancor prima grandi persone! Sono cresciuta con pizza, sfogliatella ed Edoardo Bennato, il mio papà musicale, con il quale collaboro da circa 18 anni insieme al Quartetto Flegreo di cui sono il 1° violino».

Simona Sorrentino si è laureata in violino al Conservatorio di Napoli “San Pietro a Majella” con il massimo dei voti. Violinista eclettica, svolge la sua attività concertistica sia da solista che in formazioni da camera e in orchestra. Il suo repertorio spazia dalla classica, pop-rock alle sperimentazioni sulla musica house. Nell’ambito della musica classica ha collaborato con la “Nuova Orchestra Scarlatti”, l’Orchestra del Conservatorio “San Pietro a Majella”, l’Orchestra del “Teatro Verdi di Salerno” e vanta diverse collaborazioni con i Maestri Prencipe, Franzetti, Marin e altri. Reduce dallo spettacolo teatrale Sinfonia in San Maggiore di Sal da Vinci.
Ha Partecipato al programma televisivo RAI “L’anno che verrà” nel 2015. Nel 2013/2014 è stata impegnata nel tour “Con Voi” con l’artista Claudio Baglioni e nel tour teatrale “Sono in zona” con il comico Alessandro Siani. Altre collaborazioni: Alessandro Siani “Sono in zona tour” 2011/2012, Eugenio Bennato Tour estivo 2006; Claudio Baglioni che ha coinvolto il Quartetto Flegreo nel Tour invernale “…E festa sia”, festival “O Scià”, “Susiti 2011” e DVD “Crescendo e cercando”; Lucio Dalla 2010; Concerto per l’Epifania RAI; Partecipazione fiction RAI “Un posto al sole”, “Capri”; Rolex Tour; Ferragamo Tour; Massimo Ranieri “Canto perché non so nuotare”; Tour 2007; special guest nel concerto di Alex Britti al teatro Palapartenope di Napoli; Festival di Sanremo 2006; Sanremo contro Sanremo 2006; Festival di Napoli 2003;  Zelig Circus ; “Napoli prima e dopo”; Bengio Festival 2001, 2002, 2003 (RAI 2) 2006, 2007; Natale in Vaticano 2001 (Canale 5); “Sal da Vinci” Tour 2001; “Amedeo Minghi” Tour 2001 e 2002, Help con Red Ronnie, Zecchino d’oro; Antonio e Marcello Tour 1999.
Per quanto riguarda la musica house esegue performance live con il violino elettrico su dj set nei locali più prestigiosi in Italia e all’estero lavorando con dj del calibro di Tony Humpries, Roger Sanchez, Albertino, Natalia Dolgova, Mirko Coppola, Andrea T Mendoza, Marco Piccolo  e molti  altri.

ARTICOLI CORRELATI

PIÙ LETTI