18.7 C
Napoli
giovedì, 23 Maggio, 2024
HomeEVENTIIT.A.CÀ Festival del Turismo Responsabile, un settembre ricco di eventi in tutta...

IT.A.CÀ Festival del Turismo Responsabile, un settembre ricco di eventi in tutta Italia

IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori – Festival del Turismo Responsabile
Un settembre pieno di eventi in tutta Italia
Dopo le tappe di Bologna e Trieste/Gorizia, il Festival si sposta a Ravenna (16-19), Firenze (17-19), Palermo (17-19), Pavia e Oltrepò Pavese (17-19 / 24-26), Trentino (20/26), Sasso, Simone e Simoncello (24-26), Ogliastra (24-30 settembre / 1-3 ottobre)

Continua il fitto calendario di eventi in tutta Italia di IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori – Festival del Turismo Responsabile, festival che propone riflessioni – e azioni! – su un nuovo modo di vivere il viaggio, più consapevole e rispettoso dell’ambiente e delle comunità, a contatto con i veri ritmi dell’essere umano, quelli della natura.

Filo rosso che lega le 25 tappe del festival distribuite in 16 regioni è Diritto di Respirare, tema portante di questa tredicesima edizione, che ogni tappa ha scelto di raccontare a suo modo, attraverso la programmazione di eventi all’aria aperta, accessibili e inclusivi: come ad esempio la tappa di Ravenna che, dal 16 al 19 settembre, propone al pubblico di viaggiatori una rosa di percorsi per tutti i gusti, che contempla anche la formazione. Ed è così che si potrà seguire un corso di scrittura per il turismo o un talk sul turismo inclusivo dedicato agli operatori turistici, o partecipare alle cicloescursioni, come quella sulla storia di Ravenna che si conclude in uno storico locale dedicato alla mescita dei vini, o quella, sempre in bike, sulla storia di Marina di Ravenna, borgo di pescatori che con la Seconda Guerra Mondiale si ritrova ‘tagliata’ da due Linee (Gotica e Galla Placidia).

Raccontare la storia delle città, dei luoghi, attraverso itinerari a piedi e in bici è una delle proposte preferite di IT.A.CÀ, poiché mette assieme la voglia di stare all’aria aperta e sentire il proprio corpo nella natura con la curiosità di scoprire luoghi noti a pochi e le storie di territori unici.

A Firenze, la tappa fiorentina – new entry 2021! – il weekend del 17-19 settembre ha scelto di aprire il festival proprio con un’escursione in bici per conoscere la storia e il colore dei quartieri della città del giglio, ed un’escursione a piedi attraverso la storia di un quartiere particolare, Rifredi, ex area industriale della città; non mancheranno camminate, come quella alla scoperta di una ex isola fluviale che oggi accoglie una vastità di esempi di street art, o quella a piedi nudi nel Parco delle Cascine, per esperire un contatto unico con la terra, e ancora una giornata dedicata alle api, con un apiario didattico che consentirà ai visitatori di poter scoprire in totale sicurezza il mondo delle api e osservare gli apicoltori durante il lavoro. La tappa fiorentina proporrà anche escursioni in canoa e gommone, e una gita in sup alla scoperta dell’Arno, oltre a laboratori creativi e ‘caccia al tesoro’ per i bambini. Musica e teatro non mancheranno, per una tappa del festival che si preannuncia densa di occasioni uniche.

Nello stesso weekend (17-19 settembre), in Sicilia, si terrà la tappa di Palermo, che aprirà con una mostra fotografica particolare, che mette a confronto uno scatto eseguito da un drone e uno fatto da essere umano. Da segnalare, i percorsi tra beni confiscati alla mafia, per ascoltare storie di memoria e riappropriazione di luoghi, di umanità e di giustizia, o quello alla scoperta di una ‘strada verde’ (greenway), un parco che sorgerà tra poco tempo, sui resti di una ferrovia che collegava Palermo a Monreale.

Contemporaneamente (17-19 settembre), a Pavia si svolge la prima parte della tappa Pavia e Oltrepò pavese, che nel weekend 24-26 settembre si trasferisce, appunto, nell’Oltrepò pavese. Tra incontri culturali e un pic-nic speciale nel parco di Borgarello, si apre la prima parte della tappa pavese, che oltre a far riscoprire luoghi immersi nella natura, come la passeggiata all’Orto botanico cittadino, propone anche percorsi conoscitivi per l’industria turistica, ciclo-tour tra i musei e l’Università, laboratori per famiglie, yoga per bambini. Da segnalare a Voghera gli incontri con gli autori di libri dedicati al clima e alla sostenibilità organizzati insieme al festival Un Castello di Libri.

Anche in Trentino, dal 20 al 26 settembre, IT.A.CÀ fa una lunga tappa con un programma fitto di immersioni totali nello spirito di montagna. Escursioni inclusive in bici o trekking a piedi o sul fiume, percorsi alla scoperta dei famosi masi altoatesini e delle valli che circondano i laghi di montagna, camminate nelle riserve naturali e percorsi di meditazione nella foresta.

Nel weekend 24-26 settembre, per chi invece si trovasse nelle zone di Pesaro/Urbino/Rimini, c’è una bella novità, la tappa Sasso Simone e Simoncello: un’affascinante tre giorni di eventi per scoprire un parco naturale favoloso e i piccoli centri delle aree interne, come Sestino, che respirano grazie all’agricoltura e alla loro storia archeologica; ma anche escursioni a piedi e in bici alla scoperta del confine tra Toscana, Marche ed Emilia Romagna, che lega tre diversi mondi attraverso lo stesso respiro, quello del ‘mare verde’ che li unisce.

Da quest’anno è entrata a pieno titolo nella rete di IT.A.CÀ anche la Sardegna, con la sua tappa Ogliastra: una regione tra le meno battute, nella parte orientale dell’Isola, ma con panorami e territori submontani da mozzare il fiato, per ricordare che il turismo di un’isola non si esaurisce con il mare. Dal 24 al 30 settembre e dall’1 al 3 di ottobre, sarà possibile percorrere sul mitico Trenino Verde alcune delle località meno conosciute della zona ogliastrina, partecipare alla creazione del ‘Coccoi Prena’, tipico piatto della tradizione, e anche visitare l’Osservatorio Astronomico ‘F.Caliumi’ per guardare il cielo ogliastrino da uno dei luoghi con meno inquinamento luminoso.

Un calendario di eventi fatti a misura di viaggiatore curioso e rispettoso, pronto a perdersi tra i profumi dell’Isola.

Le prossime tappe del festival sono: Salento (1-3 Ottobre), Brescia e le sue Valli (2-3 Ottobre), Monferrato (8 – 10 Ottobre), Taranto (8 – 10 Ottobre), Campania Felix Da Acerra a Sessa Aurunca (15-17 Ottobre), Sestri Levante – Tigullio (30 Ottobre – 1 Novembre).

ITACA logo
Tutti gli eventi si tengono nel pieno rispetto delle norme anti-Covid19.
Il festival nazionale è promosso da: YODA APS, NEXUS Emilia Romagna.
Con il sostegno di: Città metropolitana di Bologna, Otto X Mille Chiesa Valdese.
Con il patrocinio di: A.I.T.R Associazione Italiana Turismo Responsabile
In partnership con: Remoove srl
Le tappe sono coordinate da:
Ravenna: Happy Minds srl.
Palermo: Palma Nana, Cotti in Fragranza, Addiopizzo Travel, Il G(i)usto di Viaggiare – Libera Terra.
Firenze: Associazione Io Voglio.
Pavia e Oltrepò pavese: Sistema Museale Ateneo – Università di Pavia, IL DELFINO – nuova libreria, Istituto Santachiara, Le Fiole, ARTEMISIA associazione culturale, AgriPavia, Orto Botanico Università di Pavia, Mamme Connesse a Pavia, Planetario Osservatorio Astronomico di Cà del Monte, Il Girasole di Travacò, FIAB Pavia.
Sasso Simone e Simoncello: Chiocciola La Casa Nomade.
Trentino: Rete di Riserve Fiume Brenta, TassoBarbasso.
Ogliastra: Sardinia Fair Travel, Proloco Lanusei, Proloco Jerzu.
Salento: Made for Walking, Camera a Sud.
Brescia e le sue Valli: Mistral Onlus, AmbienteParco.
Monferrato: La Rocca, APEA, Collettivo Teatrale, Il Picchio, La Confraternita degli Stolti.
Taranto: Vogatori città di Taranto, S. Andrea degli Armeni – Domus Armenorum Taranto, Massafra Turismo.
Campania Felix – da Acerra a Sessa Aurunca: Napoli inVita, Miradois onlus, PARI, Legambiente – Terra Nostra Acerra.
Sestri Levante – Tigullio: Mediaterraneo srl. 

www.festivalitaca.net

Il festival è nato nel 2009 a Bologna, da YODA aps, COSPE onlus e NEXUS Emilia Romagna. Negli anni ha creato una rete importante che oggi conta oltre 700 realtà locali, nazionali e internazionali, coinvolgendo 25 territori e 16 regioni italiane. È il primo e unico festival in Italia che si occupa di turismo responsabile e innovazione turistica in un’ottica sostenibile, per vivere i territori nel rispetto delle culture e dell’ambiente. Nel 2018 ottiene un riconoscimento importante per l’eccellenza e l’innovazione nel turismo da parte dell’UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite). Ogni anno IT.A.CÀ invita a scoprire luoghi e culture attraverso itinerari a piedi e a pedali, workshop, seminari, laboratori, mostre, concerti, documentari, libri e degustazioni per lanciare un’idea di turismo più etico e rispettoso dell’ambiente e di chi ci vive. Un cammino unico in tanti territori diversi, per trasformare l‘incoming in becoming. Coniugando la sostenibilità del turismo con il benessere dei cittadini. Il Festival si rivolge a: cittadini, studenti, organizzazioni no profit, organizzazioni non governative, agenzie viaggi, turisti, volontari, istituzioni ed enti locali, comunità di immigrati, artisti.

Comunicato stampa di IT.A.CÀ – Festival del Turismo Responsabile
ufficiostampa@festivalitaca.net
? di IT.A.CÀ


? Potrebbe interessarti anche IT.A.CÀ, al via la 13ª edizione. Tesori d’Italia media partner

ARTICOLI CORRELATI

PIÙ LETTI