24.6 C
Napoli
venerdì, 12 Aprile, 2024
HomeEVENTIPrimavera della Mobilità Dolce, il turismo è slow

Primavera della Mobilità Dolce, il turismo è slow

La Primavera della Mobilità Dolce nel 2021 intende accompagnare la ripresa del turismo in Italia. L’evento, iniziato il 21 marzo con la primavera, durerà fino al 21 giugno. Un’iniziativa che segna la ripartenza del settore, con la speranza che gli eventi clou possano svolgersi in presenza. Una rinascita diversa, all’insegna della mobilità sostenibile, del trasporto pubblico locale e del turismo lento, per rilanciare il territorio italiano e i suoi gioielli. Natura, paesaggi, piccoli borghi, ma anche enogastronomia e prodotti locali.

Alla scoperta della Primavera della Mobilità

La manifestazione, nata nel 2018 e promossa da AMODO – Alleanza per la Mobilità Dolce, ha lo scopo di sensibilizzare e promuovere la mobilità sostenibile e il turismo slow, esperienziale, attraverso eventi che mettono al centro il territorio italiano, le sue comunità e i turisti. Turisti che diventano soggetti attivi, cittadini delle comunità e dei luoghi che visitano. Negli ultimi anni e in modo particolare dopo l’arrivo della pandemia, i visitatori sono alla ricerca di viaggi che siano un’esperienza da vivere e non solo uno spostamento per arrivare a destinazione. Un viaggio nel viaggio. La Primavera della Mobilità Dolce promuove il piacere delle vacanze sostenibili, attraverso spostamenti su percorsi ciclabili, camminate, greenways e ferrovie locali. Proprio il tema delle ferrovie turistiche e locali è al centro dell’edizione del 2021. 

Primavera Mobilità Dolce 2

Gli eventi della Primavera della Mobilità

La Primavera della Mobilità 2021 propone molti eventi in tutta Italia. La maggior parte delle iniziative saranno online: webinar, dirette sui social media e numerosi incontri e approfondimenti sul web. L’obiettivo è quello di segnare la strada per la ripartenza del turismo sulla scia della mobilità sostenibile, valorizzando il territorio e i borghi, una grande ricchezza storico-culturale dell’Italia dall’importante potenziale turistico. Nonostante lo scorso anno il settore abbia subito una profonda crisi, i viaggi di prossimità e i tour nei borghi sono stati tra i pochi che sono riusciti a contenere le perdite. Anche quest’anno sono molte le persone che si stanno orientando verso vacanze slow e sostenibili. Questi, inoltre, sono i luoghi ideali anche per trascorrere dei periodi in workation, lo smart working in vacanza.
Due sono gli eventi più significativi dell’edizione 2021: la Giornata delle Ferrovie delle Meraviglie e la Maratona Ferroviaria 2021 che chiuderà l’iniziativa. I due appuntamenti hanno come fine la valorizzazione delle ferrovie locali, dei treni storici e greenways e assumono un significato particolare nel 2021, Anno Europeo delle Ferrovie

Primavera della Mobilità in bicicletta e a piedi

Numerosi sono gli eventi in tutta Italia, dedicati alle eccellenze del territorio e in un’ottica di turismo lento e mobilità sostenibile. Il 22 e il 23 maggio l’Associazione Comuni Virtuosi, nell’ambito dell’anteprima del Festival della Lentezza 2021 organizza nei comuni parmensi Arte e pedali. L’evento, a basso impatto ambientale, permette di pedalare con un gruppo di musicisti, che allieteranno le giornate con musica e narrazioni. I turisti saranno protagonisti di un momento multisensoriale: si pedalerà cullati dalla musica con lo sfondo del paesaggio della natura circostante.
Per gli amanti dei cammini, maggio vede protagonista la via Francigena con numerose iniziative per valorizzare il turismo lento e i percorsi a piedi. II 2021 è infatti l’anno della Via Francigena Road to Rome, evento che vede un gruppo di pellegrini camminare da Canterbury a Roma per esaltare l’importanza dell’antico cammino. 

Primavera Mobilità Dolce 3

Giornata delle Ferrovie delle Meraviglie

La Giornata delle Ferrovie delle Meraviglie avrà luogo il 22 e il 23 maggio. L’evento si sposa alla perfezione con il turismo esperienziale e di qualità. È un’iniziativa che vuole stupire e meravigliare i turisti attraverso i paesaggi suggestivi che si possono ammirare viaggiando in treno. La giornata vuole essere anche uno spunto di riflessione sul potenziale delle ferrovie per la scoperta turistica dei territori italiani. Attualmente in Italia ci sono 1.300 km di ferrovie sospese, che potrebbero riaprire per i servizi turistici, rendendo raggiungibili borghi e luoghi meno accessibili. Inoltre, andrebbero a integrare la mobilità per i residenti in un’ottica di sostenibilità ambientale. Ci sono poi 1.000 km di ferrovie dismesse e abbandonate che, riattivate o convertite in greenways, permetterebbero a turisti e locali di vivere la mobilità dolce del paesaggio.

Maratona Ferroviaria 2021

La Maratona Ferroviaria è l’appuntamento conclusivo della Primavera della Mobilità. L’iniziativa, dal 17 al 19 giugno, permette di trascorrere tre giorni lungo le ferrovie locali, con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul valore inestimabile della rete ferroviaria italiana, per lo sviluppo sostenibile e inclusivo del territorio. I treni turistici sono una grande opportunità per scoprire spazi inediti e piccoli borghi dal grande valore storico e artistico. Un viaggio per concludere la primavera tra le eccellenze turistiche, naturalistiche, culturali ed enogastronomiche del Paese.
Una manifestazione che ha come obiettivo la rinascita del turismo, ma di un turismo diverso. La Maratona Ferroviaria ci guida alla scoperta della bellezza del nostro territorio con una mobilità dolce e con un punto di osservazione inedito. Il percorso per raggiungere il luogo delle vacanze diventa un vero e proprio viaggio, una vacanza nella vacanza, in cui scoprire le ricchezza delle regioni italiane, osservandole dal treno.

Ferrovia della Meraviglia
Foto da www.mobilitadolce.net
La ri-nascita del turismo

Diceva Albert Einstein: “La crisi può essere una vera benedizione per ogni persona e per ogni nazione, perché è proprio la crisi a portare progresso. La creatività nasce dall’angoscia, come il giorno nasce dalla notte oscura. È nella crisi che nasce l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie.”
La Primavera della Mobilità Dolce vuole portare alla rinascita del turismo dopo la crisi causata dalla pandemia con strategie nuove che mettono in luce le potenzialità del territorio, le sue eccellenze e meraviglie, in modo lento, esperienziale. Un turismo responsabile per far riscoprire il piacere del viaggio slow con mezzi dolci e sostenibili tra i borghi e i paesaggi dell’Italia più vera. 

di Silvia Dallafior



?  Potrebbe interessarti anche IT.A.CÀ, Festival del Turismo Responsabile. 13ª edizione

ARTICOLI CORRELATI

PIÙ LETTI