17.8 C
Napoli
mercoledì, 22 Maggio, 2024
HomeENOGASTRONOMIAL’Antica Pizzeria da Michele, lì dove ancora abita l’anima di Napoli

L’Antica Pizzeria da Michele, lì dove ancora abita l’anima di Napoli

Dal 1870 la famiglia Condurro porta il mondo a Napoli e Napoli nel mondo

L’Antica Pizzeria da Michele è un luogo costitutivo dell’identità partenopea, la sua storia e i suoi spazi sono parte della vita dei napoletani e di tanti cittadini del mondo che da qui sono passati.
La pizzeria viene fondata nel 1870 da Salvatore Condurro, padre di Michele, nel quartiere Forcella. Michele si rivela un eccellente maestro pizzaiolo, studia e crea gli impasti che, tramandati attraverso le generazioni che si sono alternate, ancora oggi è possibile assaporare; qui si possono mangiare la margherita o la marinara, scelta che deriva dalla volontà di preservare il sapore autentico dell’impasto. Solo su richiesta, si può ordinare “la cosacca”, pizza condita con pomodoro e formaggio, dedicata allo Zar che visitò Napoli nell’Ottocento.

La storia della famiglia Condurro e quella della città partenopea camminano di pari passo, L’Antica Pizzeria da Michele ha attraversato diversi periodi storici e oggi è giunta alla quinta generazione. Da sempre luogo di aggregazione sociale, è diventata meta di tantissimi turisti che scelgono la pizza di Michele; nel locale si incontrano cittadini residenti e temporanei, si raccontano, si stringono amicizie.
Una delle particolarità della pizzeria è la condivisione del tavolo con persone sconosciute, una caratteristica che viene molto apprezzata e che permette di vivere un’esperienza reale e di profonda appartenenza: giovani e anziani, viaggiatori, ragazzi in Erasmus, cittadini partenopei, persone provenienti da classi sociali diverse, qui si incontrano e si conoscono mangiando la pizza insieme. Spesso in pizzeria tornano persone emigrate all’estero, vengono qui per ritrovare gli odori e i ricordi dell’infanzia, per cercare le proprie radici.

«Napoli è semplice, calda e di cuore, tutto questo si riflette nella pizza, un prodotto che riesce a parlare a tutti… come i napoletani» – ci racconta Daniela Condurro – «Il locale viene percepito quasi come un monumento, parte del patrimonio culturale della città; in pizzeria ospitiamo persone provenienti dai cinque continenti, si ha l’impressione di girare il mondo pur stando fermi… e questo è il potere della pizza!»

La famiglia Condurro è membro fondatore dell’Unione Pizzerie Storiche Napoletane “Le Centenarie”, nata per salvaguardare e tramandare i segreti e il valore dell’autentica pizza napoletana. «Abbiamo scelto di unirci perchè abbiamo una visione comune e condividiamo molte scelte» – continua Daniela – «ad esempio tutti noi facciamo ancora i panetti a mano».

Nel 2012 nasce il progetto L’Antica Pizzeria da Michele in The World, che oggi conta otto sedi nel mondo fra Tokyo, Fukuoka, Londra, Barcellona,Roma, Milano, Firenze, e diverse prossime aperture. «Tutto è nato dall’incontro con i giapponesi che hanno assaggiato la nostra pizza qui in sede e ci hanno chiesto di esportarla» – racconta Daniela – «La sfida più grande è stata quella di portare la stessa pizza e la stessa arte nelle sedi estere; abbiamo strutturato corsi di formazione e di aggiornamento per i pizzaioli stranieri che hanno fatto una dura gavetta, come da tradizione napoletana».

Portare l’identità partenopea nel mondo è una missione per la famiglia Condurro, così come preservare la tradizione dell’autentica pizza napoletana e offrire ai commensali un luogo di aggregazione e socialità, per vivere e conoscere la vera anima di Napoli.

– di Alessandra Magnacca

Pagina Fb: L’Antica Pizzeria da Michele

ARTICOLI CORRELATI

PIÙ LETTI