17.8 C
Napoli
mercoledì, 22 Maggio, 2024
HomeENOGASTRONOMIAIl Pan d’Arancio, il dolce invernale dal profumo di Sicilia

Il Pan d’Arancio, il dolce invernale dal profumo di Sicilia

L’inverno è arrivato. E con l’inverno gli alberi di agrumi, uno dei prodotti siciliani più conosciuti nel mondo, iniziano a caricarsi dei propri frutti colorati. Proprio la regina degli agrumi, l’arancia, è la protagonista di questo dolce tipicamente siciliano, gustoso e profumatissimo: il Pan d’Arancio, chiamato anche Torta dei Benedettini, perché la tradizione narra che a prepararlo fossero le suore benedettine dell’antico Monastero di San Nicolò l’Arena di Catania, anche se il dolce è da tempo diffuso in tutta la Sicilia.

Esistono diverse ricette per la sua preparazione, anche se tutte hanno in comune l’utilizzo dell’arancia intera, compresa quindi la buccia che del frutto è la parte più profumata.

Ingredienti 

Per l’impasto:
300 g di farina 00
200 g di zucchero
3 uova medie
1 arancia (intera, non trattata in superficie)
150 g di burro
Una bustina di lievito
sale q.b.

Per la glassa:
1 arancia (succo)
2 cucchiaini di zucchero

Preparazione 

Tagliate l’arancia a pezzi grossi, con tutta la buccia, togliendo solo le due estremità e gli eventuali semi presenti al suo interno, e frullatela finché non avrete ottenuto una purea. Se l’arancia non contiene molto succo potete anche aggiungere un po’ d’acqua.
Mettete in un recipiente le uova, lo zucchero e il burro fuso – a bagnomaria o anche al microonde –  ed amalgamate il tutto stando attenti che non si formino dei grumi.
Versate nel composto la farina, il lievito e il pizzico di sale, setacciandoli, e continuate a mescolare il tutto. Quando il composto ha incorporato tutta la farina aggiungete la purea di arancia e continuate a mescolare.

Nel frattempo preriscaldate il forno a 180°.
Versate il composto in uno stampo per plumcake, foderato della con carta forno e mettetelo nel forno già caldo.
Il tempo di cottura è di circa 40 minuti, ma è consigliabile controllare la cottura bucando ogni tanto il dolce con uno stuzzicadenti. Se esce asciutto allora il dolce è pronto.

Per la glassa, versate il succo d’arancia e lo zucchero in un pentolino e mescolate a fuoco lento per ridurre il tutto, finché non avrà raggiunto la consistenza di uno sciroppo.
Non appena il dolce sarà pronto spalmate la glassa sulla parte superiore, aiutandovi con un cucchiaio o una spatola, e lasciatelo a raffreddare .

Come variante potete sostituire una parte della farina con della farina di mandorle, per rendere il dolce ancora più profumato. Per una ricetta del tutto vegana potete anche sostituire il burro con dell’olio di semi (anche se io personalmente preferisco usare sempre l’olio extravergine d’oliva).

Il Pan d’Arancio è ottimo a colazione, per l’ora del tè, ma anche dopo i pasti, accompagnato ad esempio da una crema all’arancia o al cioccolato fondente.

Buone Feste dalla Sicilia!

di Giuseppe Mazzola

ARTICOLI CORRELATI

PIÙ LETTI